- Adunata Naz. Alpini
     - Navi Marina Militare
     - Navi Regia Marina
     - Militari
     - R.S.I.
     - Alpini
     - R.S.I.
     - Alpini
     - R.S.I.
     - Alpini
     - R.S.I.
     - Alpini
     - R.S.I.
     - Militari
     - R.S.I.
     - Monete Genovesi
     - Monete liguri

     - Medaglie
     - Targhe
     - Coppe
     - Riproduzioni






- MONETE-
Monete Liguri



AMG.36 mm.30 A25/A26
Mezzo Testone - Zecca di Savona - Francesco I Re di Francia, Signore di Savona 1515 - 1528

RECTO - Scudo a testa di cavallo, con aquiletta coronata. Ai lati le lettere “S” “M” dentro cerchio lineare e perlinato. Cerchio perlinato esterno. “:CIVITATE:SAVONAE”
RETRO - La Vergine con Bambino seduta; cerchio lineare e perlinato. Cerchio perlinato esterno. “+VIRGO MARIA PROTEGE”

METALLO - argento titolo probabile 916%°
DIAMETRO - mm. 30
PESO - gr.10,5

Pezzo unico. I conii sono conservati al Comune di Savona.


AMG.48 mm.47 05030/05031
Scudo della Galera - Gian Andrea Doria - Zecca di Loano - Aperta nel 1600 su concessione di Carlo V, ad Andrea Doria nel 1547

RECTO - Effige del Principe Gian Andrea Doria con corazza e mantello .IO.AND.AVR.COMES.LODANI.1600
RETRO - Una galera con bandiera di Spagna in cerchio perlinato +DEI.ET.REGIS.MUNERE

METALLO - argento
DIAMETRO - mm. 47
PESO - gr.38,16/38,35

E’ il primo scudo battuto dalla Zecca di Loano, raffigura il principe con corazza e manto. Sul retro la galera, nave ammiraglia dei Doria alla battaglia di Lepanto. Unica moneta ligure a soggetto marinaro.


AMG.50 mm.47 05032/05033
Scudo della Vittoria - Gian Andrea Doria - Zecca di Loano - Aperta nel 1600 su concessione di Carlo V, ad Andrea Doria nel 1547

RECTO – Effige del Principe Gian Andrea Doria con corazza e mantello .IO.AND.AVR.MAR:S:STEPHANI:1601+
RETRO – Due cornucopie su ali divise da caduceo in cerchio perlinato CONSILIO CELERITATE

METALLO - argento
DIAMETRO - mm. 42/44
PESO - gr.31,80/32,22

E’ il secondo scudo battuto dalla Zecca di Loano, raffigura il principe con corazza e manto. Sul retro viene raffigurato il Caduceo della vittoria, significato allegorico di fortuna e felicità.


AMG.49 mm.45 05037/05038
Tallero delle Fiandre - Lione d’Argento - Zecca di Rovegno - Aperta su concessione della Principessa Donna Violante Lomellina Doria a Giuseppe Vike il 20 dicembre 1668

RECTO – Mezza figura di Guerriero con leone in scudo e aquila sopra; cerchio perlinato ORDIN*IAN* MONO*ARG*
RETRO – Leone rampante a sinistra cerchio perlinato CONFIDENS*DNO*NON*MOVETVR*

METALLO - argento
DIAMETRO - mm. 42
PESO - gr.26,52

E’ la moneta, coniata dalla Zecca di Rovegno, imitazione di quella usata in Belgio. Diffusa nel Levante per favorire le operazioni commerciali, essendo i talleri olandesi monete che godevano di un notevole credito.

 





























Created by: RMWEBS
Arte della Medaglia - Via Frugoni 21 - Genova